Oltre al latte altri due componenti sono fondamentali per la produzione casearia: il caglio ed il sale.

Con l’uso del caglio vegetale le Fattorie Fiandino hanno creato, prime al mondo, il metodo Kinara, che vede l’utilizzo dei fiori di Cynara cardunculus, il comune cardo selvatico che cresce spontaneo anche sulle nostre montagne, trasformarsi in “vero caglio vegetale”. Si tratta di un’alternativa, rara e ricercata, al tradizionale caglio animale, in grado di contribuire in maniera determinante allo “zero lattosio” del Gran Kinara e di fornire caratteristiche organolettiche originali e gradevoli. I formaggi ottenuti con tale metodo si contraddistinguono infatti per la loro morbidezza e per profumi e gusti delicati e pieni, dove tutta la bontà del latte delle Fattorie Fiandino si esprime al meglio.

Il caglio vegetale, pur essendo noto in tutto il bacino del mediterraneo dove è utilizzato da millenni, non è mai stato studiato veramente a fondo tant’è che la bibliografia disponibile è scarna e datata.  Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.cagliovegetale.it

Per  il Burro 1889 Salato le Fattorie Fiandino hanno scelto l’esclusivo sale integrale delle saline Culcasi di Nubia presso Trapani,  vero patrimonio storico, tanto da essere un presidio Slow Food.