Gusto, Passione e Tradizione.

Sono i prati alle pendici della Valle Stura, le mattine prima che l’alba faccia capolino all’orizzonte, il profumo materno di latte e il primo sguardo a una nuova cagliata. Sono gli attimi di ogni giornata che, nel tempo, sono diventati quotidianità, consuetudine e secoli dopo, la storia e i valori della famiglia Fiandino. Sì una Fattoria, che non dimentica le sue origini settecentesche quando Stefano Fiandino preferì le montagne alpine occitane a Milano e qui iniziò il primo allevamento di vacche di razza bruna alpina. Negli alpeggi della Valle Stura, i bovini trovarono una prima casa e i Fiandino vennero istruiti dalla Natura, che insegnò loro tempi e modi di vivere il territorio e la produzione casearia. Ottenere un buon latte, produrre ottimo formaggio e burro, conoscere il ciclo della vita e lasciarsi guidare dalle stagioni divennero i segreti trasmessi alle generazioni successive insieme all’amore per un lavoro dai grandi sacrifici ma dalle soddisfazioni uniche. Vivere la Natura si radicò così nel profondo dei Fiandino, che divenne l’etica di famiglia e, in virtù di questo, il motivo di tutte le loro decisioni future. Tanto che nel 1920 Magno Fiandino decise di rinnovare la produzione casearia, ampliarla e donarle quella dimora che oggi è conosciuta come Fattorie Fiandino a Villafalletto. Duecento capi di razza bruna alpina, una filiera controllata di altri allevatori del territorio, un vero e proprio “borgo” dove personale qualificato si prende cura del bestiame e dove Egidio e Mario Fiandino continuano la tradizione e, ancor di più, cavalcano il futuro seguendo nuove strade e una filosofia di produzione votata al benessere.

Egidio e Mario Fiandino sono una storia le cui radici sono tradizioni e ritmi di vita che, a loro volta, riposano tra le cime della Valle Stura un tempo e, oggi, nei pascoli attorno a Villafalletto. Ogni loro scelta è frutto di valori appresi da una solida storia di famiglia e trasmessi a ogni singolo collaboratore del caseificio. Non a caso ci si innamora di Fattorie Fiandino e dei racconti sui singoli prodotti, che Egidio e Mario sanno presentare come fiabe contemporanee. I Fiandino hanno creduto nel patrimonio di famiglia, il Latte, per fornire ai professionisti dell’arte dolce e salata dei prodotti eccezionali come i formaggi della gamma Kinara e i burri 1889. In primis i formaggi a cui Fattorie Fiandino ha dedicato una linea completa a caglio vegetale. Diversi nella stagionatura e nel sapore, le tome e il Grand Kinara non solo sanno arricchire le tavole italiane con un prodotto sano e genuino, ma diventano ingredienti di eccellenza per i piatti di chef, pasticcieri e gelatieri che vogliono conquistare con ricette uniche nel gusto e nelle sfaccettature aromatiche. Chef, maestri gelatieri ma anche importanti pastry chef hanno saputo valorizzare non solo questi formaggi ma anche i grandi burri 1889 da panne riposate, totale espressione della materia prima di Fiandino, ossia quel latte 100% italiano che è fonte di ispirazione per creazioni uniche. Entrare nel mondo Fiandino significa, ancor di più, abbracciare un punto di vista e un modo di vivere che ha come punti fermi la Natura sulla sua semplicità e la passione, i valori e le tradizioni familiari quale etica.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva